Super Fede “dolcemente complicata” per l’8 marzo

Pubblicato da Redazione il 8 marzo 2016 alle 2:25

Taglio sbarazzino, sguardo ironico e orecchino sgargiante. Federica Pellegrini – come sempre più bella che mai – punta sul classico per augurare buon 8 marzo a tutte le donne del mondo. Del resto, lei è con ogni probabilità la più grande atleta italiana di tutti i tempi (il dibatitto è aperto, in molti la pensano così…) ed è anche uno dei grandi simboli – nello sport e non solo – del “pink power”, il potere in rosa nel nostro paese. Federica amata da tutti, in Italia e nel Mondo, anche se posta una fotografia – tra un allenamento e l’altro in vasca – da un ristorante piuttosto glamour e alla moda, anche se non particolarmente pieno. La “Diva” del nuoto azzurro – si sa – gradisce ogni tanto allontanarsi dalla luce dei riflettori e godersi qualche attimo di relax in santa pace, in beata solitudine oppure con compagnie molto ristrette (chissà se poi oggi troverà anche il tempo di vedersi un po’ col bel Filippo Magnini…). Un 8 marzo triste? Macché, visto che Federica decide di dedicare – alle sue “followers” in rete – i versi della celebre canzoone “Quello che le donne non dicono” scritta da Enrico Ruggeri e portata al successo da Fiorella Mannoia, vero e proprio inno dell’universo femminile. “Siamo così, dolcemente complicate. Sempre più emozionate, delicate, ma potrai trovarci ancora qui. Nelle sere tempestose, portaci delle rose, nuove cose. E ti diremo ancora un altro sì. E’ difficile spiegare certe giornate amare, lascia stare. Tanto ci potrai trovare ancora qui, con le nostre notti bianche. Ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro sì..” alcuni dei passaggi più emozionanti di una canzone scritta nel 1988 e che – a quasi trent’anni di distanza – non ha perso neppure una virgola del suo spirito e dei suoi numerosi significati. E tanti “auguri a tutte noi”. Parola di Federica Pellegrini.

Edinet - Realizzazione Siti Internet