MA CHE FILM E'?

Dani Alves nella testa non ha l’Empoli ma un cestino

Non sappiamo che film sia ma, guardando Dani Alves e Dybala, di sicuro non sarà un horror o uno di quei thriller pieni di tensione. L’Empoli – ospite domenica prossima allo Stadium – non fa per niente paura e la vicenda Bonucci non ha sfiorato minimamente lo spirito dello spogliatoio. Il terzino non ha certo i toscani in testa ma un cestino. E’ sempre lui, è sempre più leader di una squadra che lui trascina a suon di risate, gag e battute. Un vero guascone!

O forse è solo un nuovo capitolo del ballo, dopo la Mocho Dance inventata proprio dal brasiliano.

Avrà lanciato una nuova tendenza? Alla Milano Fashion Week, in scena in questi giorni, se ne vedono di tutti i colori e forse questo cestino in testa, sulle passerelle, passerebbe come un’inosservata e timida provocazione. Ma in un quartier generale come è quello bianconero, certe gag non sono usuali. Lo aveva detto Cassano:” Alla Juve sono tutti soldatini“, forse sarebbe meglio dire ‘erano’; con Dani Alves si ride, si scherza… e si continua a vincere. Dato che martedì è stato più che mai decisivo – con un gol – nella vittoriosa trasferta di Oporto.

D.Alves 2

E l’ex terzino blaugrana ha una voglia matta di conoscere le tradizioni locali: a cominciare dal dialetto. Nelle sue stories è comparsa una nuova incitazione che spazio dallo spagnolo al piemontese:” Vamos nè?” Forse è il nuovo slang in voga a San Salvario?

Dani Alves – che a gennaio è stato ad un passo dall’addio – potrebbe essere il jolly, l’asso nella manica di Allegri per questa seconda parte di stagione: sia in campo dato che può considerarsi una signora riserva – e il gol in Champions lo dimostra -, sia nello spogliatoio dove è lui che riesce a strappare un sorriso a tutti. Forse anche a un duro come Mandzukic? Non sappiamo, aspettiamo prove sui social network.

 

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet