con moglie e figli

Floro e Borriello stesso compleanno, ma la festa…

Pubblicato da Seemo il 18 giugno 2016 alle 4:21

Il 18 giugno è una data con molti ricorsi storici, come il volo sull’Oceano Atlantico della mitica aviatrice Amelia Earhart o la proclamazione dell’Italia come Repubblica dopo il referendum del 2 giugno. Non è però un giorno importante solo per i libri di storia, ma anche per tutti i tifosi di calcio italiani. Compiono infatti gli anni due grandi bomber, che hanno in comune la città natale – Napoli – il vizio del gol, l’aver giocato nel Genoa e l’essere due grandi giocatori social. Parliamo ovviamente di Marco Borriellodella cui festa sobria e umile vi abbiamo parlato stamattina – e Antonio Floro Flores. Che magari non avrà giocato in squadre prestigiose come Borriello – vedi Milan e Roma – ma che ovunque sia andato è sempre stato uno dei giocatori preferiti dalle tifoserie.

floro-flores-compleannofloro-flores-compleanno-1

Forse perché, a differenza dell’ex compagno di squadra a Genova, Floro Flores è sempre stato un ragazzo tranquillo. Per lui niente Ibiza, niente serate al Lio, ma vacanze tranquille con la famiglia, tra qualche prova da chef ai fornelli e un tentativo di iniziare una nuova carriera da barbiere.

FLORO-FLORES-BARBIERE

Non che Super Marco faccia qualcosa di male, sia chiaro, ma Floro è sempre stato visto da tutti come un ragazzo con la testa sulle spalle, ma sopratutto sul pallone. Un ragazzo che vuole dimostrare di avere ancora tanto da dare in serie A, nonostante le appena 11 presenze collezionate negli ultimi sei mesi al Chievo. Mesi già dietro le spalle, cancellati prontamente dalle vacanze passate con la moglie Michela e i quattro figli.

floro-flores-moglie

Per lui una marea di auguri da amici e colleghi, nonché dallo stesso Borriello, con cui avviene uno scambio reciproco di messaggi su Instagram. Stesso compleanno, stessa città natale, un solo anno di differenza. Come dice l’attaccante dell’Atalanta, è come se fossero fratelli.

floro-flores-borriello-compleanno

Giorno speciale per entrambi, anche se festeggiato in due maniere diametralmente opposte. Un’altra cosa che hanno in comune è la volontà di continuare a giocare ad alti livelli ancora per molto tempo, perché saranno anche “33 pappardelle”, ma Floro Flores ha l’energia di un ragazzino. Auguri Antò!

Edinet - Realizzazione Siti Internet