Think pink

Asprilla ‘cicca’ il colpo di tacco: che sconforto quei boxer!

Pubblicato da TheMagicBox il 25 aprile 2016 alle 9:40

Fuori dal mondo pallonaro da dieci anni, dopo invenzioni, lampi di classe e trofei sollevati con il Parma di Nevio Scala, Faustino Asprilla, oggi per tutti El Tino come da suo profilo Social (@eltinoasprilla), non ha mai fatto perdere le sue tracce tramite Instagram, dove un giorno rinasce cantante e l’altro ciclista. In Colombia, insomma, è una celebrità idolatrata qualunque cosa faccia. Ironico e simpaticissimo.

Oltretutto ‘El Tino‘ continua a sfornare grandi colpi di tacco, come quello che ricordano gli appassionati gialloblu in un Parma-Lazio datato 1995. Come quello di ieri sera ed Asprilla insegna che forma fisica e classe non sono sempre doti necessarie, a volte basta qualche bicchierino in più e tutti si trasforma. “Que taconazo” (“Colpo di tacco” in spagnolo) afferma uno sconfortato ex attaccante, ‘calpestato’ dalle scarpe della figlioletta che tanto lo fanno assomigliare ad un ‘Bugs Bunny della notte‘.  All’occhio però balzano immediatamente gli improponibili boxer rosa coi quali il ’10’ posa per la foto: chissà cosa avrebbero pensato dei ‘ruvidoni’ come Couto, Milanese o Matrecano (suoi ex compagni) se nello spogliatoio si fosse presentato con questo look? Chissà quante gliene avrebbero fatte passare.

Quanto manchi la vita di campo all’ex fantasista è percepibile dai suoi social network: Asprilla corre spesso allo stadio ed è tifosissimo dell’Atletico Nacional; ma soprattutto non dimentica le sue gesta ed ogni occasione è buona per ricordare, in foto, il compleanno di un compagno, un avvenimento o una giocata contro un grande campione. Asprilla ha ancora il Parma nel cuore. Ma soprattutto è ancora un volto notissimo in Colombia dove si divide tra vari studi televisivi: da un’ospitata come commento tecnico per una partita o una cantata in un talk show.

asprilla maldini

Intanto in Emilia festeggiano la promozione ed il Tardini è tornato ad urlare ed esplodere di emozioni. I tifosi dopo mesi, anzi anni di difficoltà, sono tornati a riempire lo stadio 300 giorni dopo il fallimento. L’accesso alla Lega Pro non varrà un trionfo europeo ma con umiltà il Parma ha saputo ripartire dal basso, al termine di un campionato ampiamente dominato, ed il mitico ‘Tino’ ha già promesso che presto i tifosi lo rivedranno in Italia con la maglia gialloblu per festeggiare il traguardo.

parma

Edinet - Realizzazione Siti Internet