gaffe su instagram

Pinuccio Brenzini, il Crudeli genovese: sfottò alla Samp e poi scuse

Social network, usare con cautela. Pinuccio Brenzini, giornalista della tv locale genovese Telenord, è cascato nella trappola delle Instagram Stories apparendo in un video (postato dalla figlia) mentre gioisce per la sconfitta della Sampdoria contro il Napoli. Il  video che riprende Brenzini, genoano dichiarato, in versione casalinga a vedere l’anticipo di Serie A ha fatto il giro del web scatenando le reazioni di tifosi e spettatori blucerchiati. Le immagini e soprattutto le parole sono inequivocabili (Gufi la Sampdoria? Sempre”, è forse la battuta meno colorita): la spietata macchina dei social si è messa in azione e il video è diventato virale, scatenando l’ironia (e non solo) dei sostenitori sampdoriani su Facebook e non solo.

brenzini video sampdoria

I tifosi della Sampdoria replicano così al video di Brenzini

Nelle ore successive sono arrivate anche le scuse di Pinuccio Brenzini alla Sampdoria e ai tifosi blucerchiati direttamente sul sito di Telenord.

Mi permetto di effettuare un’incursione in internet dove non sono solito intervenire
per abitudine personale e per etica professionale; tuttavia ne sono costretto dagli eventi
di un video che da questa sera gira sul web e mi riguarda personalmente.
Il video e’ stato registrato ieri sera nel corso di una serata casalinga con amici genoani e sampdoriani presenti a casa mia per seguire la partita; una serata culminata piu’ a “giocare ” a prendersi in giro tra amici e con massima giovialita’ che a seguire la stessa partita nel corso della cena; pertanto senza mai voler essere offensivi e tanto meno cattivi,insomma uno spaccato di una serata assolutamente lontana dal voler essere dispregiativi nei confronti della tifoseria blucerchiata cosi’ come altri video di amici miei scherzosamente antigenoani sempre lontani da intenti negativi nei confronti della tifoseria rossoblu’ .
Insomma un’ inaccettabile intrusione in una serata tra amici delle due sponde cittadine da cui e’ stato colto uno spaccato (forse fatto ad hoc da qualcuno davvero poco amico) inviato nascostamente sul web creandomi un pessimo servizio che mai mi sarei mai permesso per il rispetto in 25 anni di lavoro sempre portato alla Sampdoria pur essendomi sempre
calorosamente professato genoano.
Permettetemi di dichiararmi piu’ vittima che carnefice in quanto da uno scherzo si e’ creato un malinteso inaccettabile e una involontaria mancanza di rispetto della quale mi scuso con tutti i tifosi Sampdoriani che giustamente si sono sentiti offesi oltre che primariamente con la stessa societa’ Blucerchiata che ha molto correttamente chiesto spiegazioni .
Questo e’ l’altro volto di internet,splendido mezzo di comunicazione ,che quando viene gestito in tale maniera si trasforma in una sorta di mostro.

Scuse doverose ma sentite del giornalista genovese, vittima, più che altro, dell’incauta abitudini di postare qualsiasi cosa sui social network. Ma forse quello che servirà ancora di più per far dimenticare l’autogol social sarà il tempo.

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet