Fiuto del gol

De Silvestri ha il naso… per la salvezza

Pubblicato da Redazione il 24 aprile 2016 alle 11:31

Altroché fiuto del gol. Lorenzo De Silvestri ha proprio il fiuto, anzi… il naso per la salvezza. Ecco il difensore della Sampdoria – in un’immagine scattata subito dopo la vittoria con la Lazio, nel “retrobottega” di Marassi – festeggiare il successo insieme ad alcuni compagni (si riconoscono tra gli altri Viviano, Soriano, Palombo e Rodriguez…) e mettere in bella mostra un naso rosso. Sì, un naso rosso. Ma non è quello di un clown, bensì il naso di De Silvestri uscito più che mai malconcio dall’azione che ha portato, nelle battute conclusive, al gol vittoria per i blucerchiati.

De Silvestri festeggia la salvezza della Sampdoria

“Live dal Magazzino di Marassi!! Vamos! #SampLazio #UnBuonNaso #AvantiSamp” il messaggio che arriva dal difensore romano, autore – forse persino suo malgrado – di un gol al termine di una mischia furibonda. Già, perché dopo che nelle ore immediatamente successive alla gara il gol del 2-1 per la Sampdoria era stato assegnato a Diakité (come confermato dallo speaker del Ferraris ed anche dalle grafiche e cronache in diretta di Sky Sport…), in serata la rete del sorpasso doriano è stata invece restituita al suo legittimo proprietario, ovvero lo stesso “Lollo” De Silvestri.

Un gol che vale di fatto la conquista della salvezza per la Sampdoria, e che rappresenta forse anche un dolce dolore per lo stesso calciatore: per lui una brutta botta al naso (ma nessuna frattura, almeno stando ai primi riscontri…), un gol da “ex” laziale scippato al compagno Diakitè e soprattutto la grande festa per un successo che fa finalmente intravedere la fine del tunnel per la squadra di Montella, anche grazie al secondo calcio di rigore consecutivo parato da Viviano, stavolta – dopo la parata su Berardi col Sassuolo – determinante nell’ipnotizzare Candreva…

De Silvestri e Viviano

Una grande sofferenza ma anche una grande festa, al Ferraris, per la Sampdoria, ed anche l’episodio che ha deciso la domenica è stato di quelli da cuori forti. Gol? Non gol? Naso, tibia, nuca… come nelle radiocronache di Nando Martellini nei film di Fantozzi“? Sinceramente anche i migliori cronisti – c’è da scommettere – ci hanno capito poco. Meno male che c’era il fiuto del gol, o meglio il naso per la salvezza, di Lorenzo De Silvestri…

Edinet - Realizzazione Siti Internet