master-diet

Duncan a dieta ferrea, Cannavaro lo punge: “Sei triste!”

Pubblicato da Daniele Zanardi il 19 maggio 2016 alle 4:15

La stagione sarà pure finita, ma per Duncan i sacrifici sono sempre all’ordine del giorno. E pazienza se a Sassuolo la festa è già iniziata domenica scorsa, dopo la vittoria sull’Inter che ha sancito il sesto posto e la qualificazione all’Europa League (Milan permettendo in Coppa Italia) per la sorprendente squadra di Eusebio Di Francesco. Il centrocampista della società neroverde, infatti, ci fa sapere tramite il suo profilo Instagram che i suoi pranzi sono decisamente lontani dall’idea di festa di fine anno: pomodoro, formaggio (che sia almeno una bufala?), e basilico, in quella che sembra una sala di un ristorante o di un albergo. Se questi sono i pasti delle vacanze, chissà i divertimenti alla sera: cinema al primo spettacolo delle 18 o tombolata con i vicini pensionati?

E infatti il “parco” benessere di Duncan non passa inosservato agli occhi più attenti di colleghi e compagni di squadra e followers. Il primo, Onlysasol, un tifoso neroverde, che chiama in causa il portiere del Sassuolo Andrea Consigli che, in queste ore, se la sta decisamente passando meglio: in compagnia di Brivio dell’Atalanta e rispettive consorti, su un’incredibile atollo sperduto chissà in quale oceano. 

duncan sassuolo

Al solito puntuale e ficcante l’intervento del capitano del Sassuolo Paolo Cannavaro: “Che triste che sei!!!”. Lui, partenopeo di origine, di cucina se ne intende eccome. Con la moglie Cristina, infatti, poco tempo ha partecipato al programma di Gambero Rosso “Football Kitchen”, in cui calciatori e mogli si mettono alla prova tra i fornelli. Lo stesso a cui avevano partecipato l’esterno dell’Inter Jonathan Biabiany e la bellissima moglie Sara Da Silva. Infine, il saluto di Gonzalo Bergessio, ex attaccante del Catania ora ai messicani dell’Atlas e compagno di squadra di Alfred Duncan alla Sampdoria, stagione 2014/15.

Questo è il mondo dei social dei calciatori. Basta un triste pranzo solitario per mettersi in contatto con il mondo del calcio, diverso però dalle solite interviste del pre e del dopo partita. Un mondo del calcio che si lascia andare, non come davanti alla telecamera. E allora Alfred, lasciati andare anche a te: e mangiatela ‘sta frittura di pesce…

Edinet - Realizzazione Siti Internet