Giù le mani da Coach Z

Ferrero punge Zenga, l’Uomo Ragno: “Torna al cinema!”

Pubblicato da mr.renamalo il 5 luglio 2016 alle 12:26

Nel giorno in cui la Sampdoria annuncia il nuovo tecnico Marco Giampaolo ecco esplodere una guerra che finora si era evitata: quella tra Massimo Ferrero e Walter Zenga, ex tecnico esonerato nello scorso novembre dal patron blucerchiato nonostante il rendimento della sua Sampdoria fosse decisamente positivo. A causare questa guerra, dai toni durissimi, è stato il Viperetta con un’intervista scomposta delle sue su Raisport in cui bastonando un po’ tutti – da Cassano (“per lui non c’è più spazio“) a Montella (“tifa Milan“), da Eto’o (“cameriere di colore“) a Balotelli (“nemico di se stesso“) – ha pensato bene di dedicare un pensiero gentile anche al suo ex allenatore: “Walter Zenga ha trovato il suo lavoro, deve fare le telecronache…“. Un modo odioso per dire che l’allenatore non lo saprebbe fare, il commentatore tv invece sì e quindi è quello che dovrebbe cercare per il futuro: “un contrattone con le tv“.

Massimo Ferrero

Uno dei tanti show di Massimo Ferrero negli studi tv

Colpo oggettivamente bassissimo, forse anche da querela, che l’Uomo Ragno oltretutto non ha “chiamato” in alcun modo visto che le sue dichiarazioni su Ferrero e la Samp – nonostante il trattamento subito – sono sempre state fin troppo educate e improntate al fair-play (glielo hanno riconosciuto tutti in questi mesi, persino i suoi detrattori). Ma quando è troppo è troppo e così stavolta l’ex portiere non ha finto di non sentire e la sua risposta al veleno l’ha affidata in tempo reale a Instagram. Gli ha scritto: “Come al solito si dimostra per quello che è…magari lui dovrebbe tornare al suo lavoro, il cinema”. E gli hastag aggiunti hanno fatto intendere che ne avrebbe molte cose da dire per esempio sugli arretrati: #pensaprimadiparlare #rispettalescadenze #autoesonerati

Insomma: Ferrero punge Zenga ma se pensava di non pagarne le conseguenze, sbagliava. Sui Social le sta pagando eccome: praticamente tutto il popolo della Rete si sta schierando con l’Uomo Ragno che da quando commenta l’Italia in tv per la Rai sembra aver azzerato le distanze anche con gli anti-interisti che prima lo contestavano qualunque cosa facesse e gode di un consenso mai così forte come in queste ore.

Walter Zenga contro Massimo Ferrero

Schermata 2016-07-05 alle 00.11.29

La cosa sorprendente è che quest’attacco di Ferrero al suo ex coach non solo ha indignato l’Uomo Ragno ma pure tantissimi tifosi sampdoriani che con Zenga non erano mai stati teneri e invece ora si schierano al suo fianco contro il Viperetta. In pochi secondi, infatti, la bacheca Instagram di Walter Zenga è stata tempestata di messaggi di solidarietà da parte di tifosi scagliatisi contro Ferrero. Eccone alcuni.

Zenga Ferrero

Zenga Ferrero

Zenga Ferrero

Non è peraltro l’unica tegola sul patron della Sampdoria. Un’altra frase della sua intervista a RaiSport, infatti, questa volta su Eto’o (“quando l’ho visto a Londra la prima volta pensavo fosse un cameriere di colore con un cappello“), ha provocato la reazione del popolo del web e in particolare dell’editorialista de La Stampa Gianni Riotta che si è indignato per la battuta razzista e ha scritto su Twitter: “In molti paesi civili le dichiarazioni di Ferrero su Eto’o lo avrebbero costretto alle dimissioni“. Anche qui una valanga di messaggi di tifosi indignati contro Ferrero, della Sampdoria ma non solo.

Massimo Ferrero Gianni Riotta

Edinet - Realizzazione Siti Internet