FELICITA'

Festival nervoso, Albano ‘suona’ un’inviata!

Il 67° Festival di Sanremo ha lasciato un’ inaspettata scia di nervosismo e polemiche, anche di un insospettabile come Albano. Lo avreste mai detto fosse un tipo così iracondo? Dalle parti dell’Ariston direbbero:” Non se la fa menare“, anzi è il cantante pugliese a menare l’inviata che effettivamente era andata molto oltre – con una provocazione pesante -. E’ proprio vero che dentro la botte piccola, c’è il vino buono…anzi il sangue caldo.

Alla prima serata la Balivo si era scagliata contro Diletta Leotta, accusandola di indossare un abito non molto castigato. Poi Gigi D’Alessio ha risposto all’eliminazione con un gesto non proprio da lord e, a quasi una settimana di distanza, continua con la querele su una giuria – non proprio di qualità – che lo avrebbe estromesso dalla kermesse. Infine arriva Albano decisamente infuocato, dallo spirito più di spine che di rose – per dirla con parole sue -. E meno male che Ermal Meta – grande scoperta di questo Festival – è arrivato sul podio con una canzone anti violenza.

Qualcosa è andato decisamente storto rispetto ai piani di Carlo Conti che aveva messo in piedi un Festival social e sociale. Tanti i trend topic su Twitter e Instagram, ancor più gli argomenti che toccavano l’animo degli spettatori: dalla lotta al cyberbullismo, la parità tra i sessi e la sessualità, l’abbattimento delle barriere e la condanna a ogni forma di violenza. La chiude Albano da Cellino San Marco, però, che con un gran destro mette ko l’inviata.

Scherzi a parte, il gesto è da censurare. L’inviata – non si è capito bene di cosa, per chi o altro – ha decisamente esagerato: è uno scherzo – come lo definisce lei – di pessimo gusto che poco c’entrava con la kermesse ed il personaggio in questione. Tra l’altro, ascoltate bene l’audio, sono magnifici i commenti delle fans del cantante:” Albano sei il più forte!” con tempismo perfetto dato che lo schiaffone era già partito. E un:” Albano ma cosa c’è?” con una tenerezza infinita, quasi da cuore di mamma.

Il Festival gli ha regalato poche rose ma certo gli ha lasciato le spine.

 

 

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet