O sole mio

Higuain batte ogni record e De Laurentiis paga il conto

Pubblicato da Redazione il 15 maggio 2016 alle 6:39

Gonzalo Higuain batte tutti i record e Aurelio De Laurentiis paga il conto al ristorante e soprattutto… il premio Champions. E’ finalmente festa in casa Napoli, dopo il 4-0 al Frosinone che ha permesso al “Pipita” di firmare una tripletta e diventare così il bomber più prolifico di sempre nel campionato italiano (36 gol, numeri da record, battuto il mito di Nordalh…), e finalmente anche le facce iniziano a distendersi tra gli azzurri.

Napoli in festa dopo la vittoria col Frosinone

Nonostante lo scudetto sia volato anche quest’anno nella Torino juventina, nonostante qualche mal di pancia arbitrale proprio per la squalifica dello stesso Higuain dopo la gara di Udine, nonostante una scaramanzia sin troppo marcata – da parte della squadra di Sarri – che aveva di fatto bandito la parola “scudetto” anche quando il Napoli era davanti a tutti in classifica, anche quando l’obiettivo pareva ancora a portata di mano.

Hysaj e Higuain che festa Champions
Bando alla cabale, perché stavolta finalmente in casa Napoli si fa festa. Subito dopo la vittoria (sotto una pioggia battente, alla faccia delle classiche cartoline “sole e amore”), ecco tutti i giocatori del Napoli radunati a cena presso Villa d’Angelo.

Ghoulam con Insigne e Reina nello spogliatoio del Napoli

Il grande festeggiato è Gonzalo Higuain, peraltro ricercatissimo dai compagni (per esempio Hysaj…) anche per i selfie post partita negli spogliatoi, ma il grande cerimoniere è soprattutto Aurelio De Laurentiis, con un look decisamente sportivo (il piumino azzurro…) per adeguarsi al tono della serata e soprattutto per difendersi da un clima inatteso.

Higuain abbracciato da Sarri

“Caro Sarri, adesso che andiamo in Champions sono cazzi tuoi: dovrai utilizzare tutti e 19 i giocatori del Napoli…” il messaggio dello stesso Adl al tecnico azzurro, con cui il feeling – tra una battuta e l’altra – sembra essere sempre piuttosto alto.

Higuain gol in rovesciata al Frosinone
Una serata di festa anche a tavola (specialità napoletane ma anche buon vino, anche se forse il toscano “doc” Sarri avrebbe preferito il Chianti) per festeggiare il ritorno del Napoli nell’Europa che conta.

Una festa che però era iniziata già allo stadio San Paolo, una vera pioggia di emozioni: lo splendido gol di Higuain in rovesciata, quindi l’abbraccio con Sarri (finalmente un sorriso anche da parte sua, era proprio l’ora…), poi la gioia negli spogliatoi.
Una festa che prosegue anche il giorno dopo. Perché non è mica vero che “Vedi Napoli e poi muori”.

Higuain e Napoli un amore splendido

No, no, a Napoli le feste quando iniziano non finiscono mai. Troppo grande la gioia per la Champions ritrovata, ed allora ecco anche una bella uscita di gruppo (un vero triplete) per gli spagnoli Pepe Reina, Davide Lopez e Josè Maria Callejon, peraltro in dolce compagnia di Yolanda Ruiz (miss Reina) e Andrea Mendez (miss Lopez). Il triangolo no? Per il momento no, visto che Callejon è “scompagnato” ma non sembra badarci troppo e si gode comunque la giornata. Anche perché – sia grazie ai 36 gol di Higuain sia grazie al super campionato del Napoli – ora De Laurentiis, oltre a pagare il conto al ristorante, è chiamato a pagare anche un ricco premio Champions. E allora lo scudetto – sotto il Vesuvio – può anche aspettare…

Foto di gruppo in casa Napoli

Edinet - Realizzazione Siti Internet