accoglienza

Nocerino, Orlando è già “Magic”

Pubblicato da Redazione il 6 marzo 2016 alle 10:59

Ma chi l’ha detto che bisogna per forza sbarcare in Florida solo per godersi la ricca “pensione”, magari da ex calciatore della Serie A? Altro che accoglienza fredda per Antonio Nocerino, arrivato a Orlando da pochi giorni per tuffarsi – all’età di 31 anni (carriera tutt’altro che finita, dunque) – nel mondo del soccer americano.

Ecco una delle prime immagini del Nocerino a stelle e strisce. L’ex milanista si spara un selfie con centinaia di tifosi festanti: tutti con le mani al cielo a incitare il suo nome e a accogliere – nella notte Usa – una delle nuove stelle della MLS.

Un’accoglienza da divo da Oscar: forse, chissà, qualcuno deve aver scambiato il centrocampista napoletano per il nuovo Al Pacino, tradito dal suo immancabile fascino mediterraneo e da quell’espressione “furbetta” di un ragazzo che sa il fatto suo. E lui – Nocerino – si sforza subito di rispolverare il suo inglese, dopo l’esperienza a luci e ombre al West Ham in Premier League di qualche anno fa.

Nocerino-arrivo-orlando

I love you guys“, posta subito l’ex rossonero, che poi ringrazia i presenti per il “great welcome“, il grande benvenuto tributatogli, parlando poi di “atmosfera meravigliosa” e aggiungendo di “non vedere l’ora di incontrarvi allo stadio”. Anzi, lo “Stadium” degli Orlando City, il club già noto per aver tesserato un’altra vecchia conoscenza del nostro calcio come Kakà (pure lui ben noto dalle parti di Milano) e che ora punta a regalare ulteriori gioie ai propri tifosi, o meglio ai propri “fans”, con questo giocatore tutto cuore e sostanza.

Ma chi l’ha detto, in fondo, che quando si va all’estero si sente subito la nostalgia di casa Italia? Ma chi l’ha detto che poi un campionato come quello della Serie A (soprattutto con un ingaggio da Hollywood) sia davvero da rimpiangere? Orlando, per Nocerino, è già “Magic”. E allora “Good Luck”, Antonio.

Edinet - Realizzazione Siti Internet