"La Madonna italiana" si racconta

Paola Saulino: prima il Pompa Tour, poi… l’intervista esclusiva

Pubblicato da Redazione il 14 dicembre 2016 alle 4:25

(Di Nicola Negri) Paola Saulino: tutto quello che avreste voluto sapere, ma non avete mai osato chiedere! La 27enne showgirl napoletana è sulla bocca di tutti (il doppio senso non è voluto) per la sua iniziativa “alla Madonna” di soddisfare con un rapporto orale i – fortunati – fautori del No al referendum costituzionale che sono riusciti a prenotarsi per il tour in partenza il 7 gennaio da Roma e di cui Paola ha di recente svelato sui social la seconda parte. L’attrice e modella dal décolleté prorompente e il lato B da ammirare si è concessa in esclusiva ai microfoni di SocialFC per chiarire alcune questioni ‘calde’, a partire proprio dal “Pompa Tour”. E tra una risposta e l’altra, cogliamo l’occasione per proporre alcune foto mozzafiato della bellissima star del web e tifosa del Napoli.

Paola Saulino
– Social Football Club: Ciao Paola. Dal punto di vista politico pensi che cambierà concretamente qualcosa dopo la vittoria del No al referendum costituzionale?

– Paola Saulino: Ciao a tutti i lettori di Social Football! Dopo la vittoria del No, e conclusi i festeggiamenti, bisognerà capire quale piega prenderà il nuovo Governo. Questo però lo lasciamo fare ai politici, per quanto mi riguarda ci vediamo il 7 gennaio a Roma per la prima tappa del Pompa Tour!

– S. F. C.: Prenderesti in considerazione l’ipotesi di entrare in politica? E, nel caso, in quale partito ti piacerebbe?

– P. S.: In questo momento è un’ipotesi che non prendo né prenderei in considerazione, voglio esprimermi diversamente e quindi sto valutando proposte di tutt’altro genere. In futuro però tutto può succedere, anche che diventi un’imprenditrice di mozzarelle campane… ad ogni modo sono apartitica, ma se dovessi esprimere una preferenza mi riconosco nei valori del MoVimento 5 Stelle!

Paola Saulino

– S. F. C.: Per quanto riguarda il Pompa Tour, cosa rispondi ai dubbi di coloro secondo i quali non avrai il coraggio di iniziarlo e alle donne che ti criticano per la tua iniziativa?

– P. S.: Il Pompa Tour è già iniziato, che lo vogliate o no ormai esiste, è un dato di fatto! Cosa sono le critiche? Le parole stanno a zero! Chi non è in grado di creare da sempre cerca di distruggere. Cosa volete che mi interessi delle donne criticone o degli uomini ignoranti? Io sono una macchina da guerra, ciò che non mi uccide mi fortifica! Se vi spaventa una donna con coraggio, il problema è vostro, non mio. Solo chi non agisce non è criticato, se non fate un c***o è normale che non potete essere criticati, siete zero, mi sembra ovvio! Se volete fare qualcosa di nuovo non perdete tempo, fatelo e basta, se non siete in grado di fare un c***o, però, non prendetevela con chi agisce, la rabbia che provate per gli altri non è altro che rabbia nei vostri confronti. Continuare a lamentarvi che in Italia non c’è più il posto fisso, ma la vita è molto più di questo!

– S. F. C.: Hai già avuto esperienze a livello di night club, ma accetteresti mai di recitare in un film a luci rosse?

– P. S.: I night club possono essere belli, che male c’è? Sono stata anch’io ballerina nei locali notturni e ne vado fiera: ho guadagnato tanto e mi sono divertita, ora non lo faccio più perché ho altre ambizioni, ma l’Italia è davvero così stupida da pensare che il night club sia il posto “delle mignottone”? Le mignotte se mai stanno a casa, nei night la furbizia si usa per trarre profitto. A Los Angeles adoro lavorare nei club, lì night club significa solo che un locale è aperto dopo le 22: gli italiani sono proprio dei bigottoni di m***a! Non so cosa intendete per film a luci rosse, un film con Tinto Brass lo farei subito, adoro il genere erotico e usare il mio corpo per esprimere qualcosa.

Paola Saulino

– S. F. C.: Hai qualche shooting fotografico in programma? Ti piacerebbe sfondare nel mondo televisivo o cinematografico?

– P. S.: Ho il prossimo servizio fotografico venerdì 16 dicembre e sto lavorando per la gestione e l’organizzazione del mio prossimo futuro, di cui fa parte la decisione se partecipare a un film. La tv mi piace, per farla ci vogliono le palle e io ho le carte in regola, ma penso che il cinema a volte tuteli di più ed esponga di meno. Non ho ancora deciso se voglio una vita tranquilla o una vita spericolata, cambio idea dieci volte al giorno, sono troppo viva, troppo umana, e questo per me è un motivo di vanto!

– S. F. C.: Qual è il tuo rapporto con il calcio? Hai avuto qualche flirt con calciatori (o sportivi) e chi ti attrae di più in quel mondo?

– P. S.: Amo il calcio! Sono cresciuta col pallone in casa a tutte le ore del giorno, unica femmina in mezzo a fratelli maschi, tutti super tifosi del Napoli; delle domeniche di quando ero piccola ricordo le urla mentre si seguivano le partite e i commenti che continuavano fino a due giorni dopo, tanto che conoscevo vita, morte e miracoli di tutte le squadre del campionato… da ragazzina facevo pure il Fantacalcio! Che ne sa la gente delle feste di Natale e Pasqua trascorse a vedere le repliche dei video di Maradona… lo sport è meraviglioso, è una grande opportunità per migliorarsi, tutti gli sportivi sono fantastici, c’è molto da imparare da loro, a partire dalla disciplina, che è la più grande abitudine che ci rende liberi! Lo sport quindi mi attrae, mi attrae la forza, la competizione, ma soprattutto la vittoria! I calciatori sono giovani ragazzi normalissimi, ci sono imprenditori molto ma molto più ricchi di loro, non è assolutamente un calciatore il “goal” più riuscito in termini di vantaggio, e spesso “tengono a’ capa fresca”, ne ho conosciuti diversi così… il resto sono affari miei!

Paola Saulino

Edinet - Realizzazione Siti Internet