ugole d'oro

Cannavaro e Rosi cantanti al volante: ma Sanremo non è a febbraio?

Pubblicato da Daniele Zanardi il 8 aprile 2016 alle 11:01

Paolo Cannavaro e Aleandro Rosi, cantanti prestati al mondo del calcio. Musica al massimo, braccio fuori dal finestrino e canto libero. Un modo di evadere dalla realtà, rilassarsi e non pensare. I due difensori di Sassuolo e Frosinone non si esimono di certo dal partecipare al grande coro che va in scena tutti i giorni sulle strade d’Italia. E così, prima di andare ad allenamento o durante un tranquillo giro pomeridiano, si alza il volume e si abbassano i pensieri. Proprio come Paolo Cannavaro e Aleandro Rosi che, oltre a cantare, non ci pensano su due volte a postare le loro esibizioni su Instagram.

Eccolo qua, il capitano e difensore del Sassuolo Paolo Cannavaro. Intrappolato nel piovoso grigiore di Sassuolo, non gli resta che evocare Napoli e la sua solarità con le note del cantore simbolo della città, Pino Daniele. “Questa Primavera” è il titolo della canzone dell’indimenticato cantautore, ma è lo stesso Cannavaro a correggerlo e chiedersi: “Ma quann arriva ‘sta primavera?”. Con l’aggiunta, da non sottovalutare, di un fine montaggio che passa dal suo primo piano alla poco accogliente strada che lo aspetta. In attesa della primavera che deve ancora arrivare, Paolo Cannavaro e tutto il Sassuolo aspettano la partita di domani contro il Genoa: la clamorosa rincorsa all’Europa dei neroverdi sta per entrare nel vivo.

Se Cannavaro ha voluto deliziarci con una prova introspettiva, nostalgica e se vogliamo filosofica, di tutt’altra pasta è l’esibizione di Aleandro Rosi, ex difensore di Roma, Fiorentina, Genoa e da quest’anno al Frosinone. Rosi si riprende mentre guida, alzando notevolmente il coefficiente di difficoltà, e mostra tutte le sue abilità da freestyler e ballerino da ghetto. Sulle note di “Double Poney” del rapper francese Booba, Rosi prova a seguire timidamente le orme di Paul Pogba e le sue danze, denotando una certa difficoltà a seguire il testo e i passi. Ma non importa, l’impegno c’è: come quello del Frosinone di Roberto Stellone alla ricerca di una salvezza che varrebbe più di uno scudetto.

Edinet - Realizzazione Siti Internet