RELAX!

Il Genoa decolla e Perin vola a New York per l’NBA!

Mattia Perin, portierone del Genoa, può finalmente riposarsi dopo un duro periodo di riabilitazione. Insieme alla fidanzata Giorgia, ed alla famiglia, è volato a New York; negli stessi momenti, anche la squadra rossoblu ha cominciato a viaggiare liquidando l’Empoli con un secco 0-2 nel finale.

Perin portiere

I tifosi, dopo un periodo di malcontento generale – sfociato nell’esonero di Juric -, contano i secondi che mancano al derby: l’estremo difensore, sempre tifosissimo, stempera la tensione con il tour nella Grande Mela. Tanti i pit stop – doverosi! – da Little Italy, dove viene sommerso dai dolci al classico selfie in cima all’Empire State Building. Lassù dove lo skyline di New York è qualcosa che toglie il fiato.

Ma Perin, grande appassionato NBA, poteva saltare la visita al Madison Square Garden, tempio del basket? Certo che no, soprattutto se in casa dei Knicks erano di scena i Golden State Warriors di quel fenomeno di Curry – che tempo fa aveva tenuto sveglia mezza SerieA -. Avete notato come la pallacanestro americana sia ormai lo sport preferito dai giocatori? Quasi quanto il calcio, senza esagerare. E in barba i vari diritti televisivi, spesso le loro dirette riprendono qualche azione.

Anzi, Perin fa di meglio e pesca una tripla live di Curry! Roba da fare invidia ai più grandi palinsesti! Ma per il portiere è stata tutt’altro che una partita tranquilla: anzi ha assistito alla contestazione del pubblico che ha fischiato la decisione della dirigenza. Per la prima volta dopo anni, al Madison, non si sono sentiti gli effetti sonori che accompagnavano le azioni ed i canestri, come è uso nello sport americano. Un caso? No ma, a quanto pare, l’ebbrezza di un match senza rumori, in pieno clima anni ’70, non è piaciuto.

Curry Italia

Un’altra decisione, quella del patron Dolan, contestatissima dai tifosi blu e arancio dopo la politica che emarginava le glorie del passato e faceva scatenare le ire della stella Oakley – poi arrestato davanti a tutti -.

Insomma, Perin pensava di essersi almeno scampato le contestazioni della Gradinata Nord (dopo le recenti prestazioni della squadra) e invece è volato fino a New York pur di vederne una!

Perin dieta

E’ ancora martedì ma la tensione pre-derby sale di ora in ora. Cosa fa Mattia per stemperarla? Passa in rassegna tutte le steakhouse della città. Non una brutta soluzione!

 

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet