obiettivo tokyo2020

Centro divertimenti Villa Stuart: Perin e Somma fanno i matti!

Mattia Perin corre e lavora già col pallone. Il film del recupero procede alla grande, tanto che la rinomata Villa Stuart si è trasformata in un vero e proprio centro dei divertimenti. Sfide e prove continue: il portiere e Michele Somma si contendono lo scettro del re di ‘Villa Stuart’. E chissà forse meditano qualcosa di più di un semplice ritorno in campo, forse le Olimpiadi? Sul calcio-tennis sembrano ben messi ma coi tuffi devono ancora attrezzarsi.

A Genova, sponda rossoblu, lo aspettano con ansia ma lui avrà davvero voglia di tornare? Sembra che nel centro riabilitativo romano, Perin si diverta come un matto. Stiamo scherzando. Perchè via social, spesso, l’estremo difensore comunica la sua voglia irrefrenabile di tornare sul prato verde con la maglia del Grifone. Ma ora, la testa è tutta per il recupero e… le sfide contro Somma.

Anzi, proprio Somma (operato due giorni prima del portiere) non vede l’ora di uscire: Perin sembra imbattibile a calcio-tennis e, soprattutto, i suoi sfottò post gara pesano come macigni. Il giovane difensore non sa più che pesci prendere. E quando lo batte, l’avversario sembra lasciargli il contentino dicendo:” Anche il Genoa ha vinto 3-1 a Marassi con la Juve…” La degenza a Villa Stuart, per Michele Somma, sta diventando un incubo nonostante sia stato inserito nella Top11.

Promettente difensore nato nelle giovanili della Juventus, poi passato a quelle romaniste. Esordisce in A con la Roma sotto la guida di Garcia per poi passare ad Empoli e ora Brescia, dove era titolare prima del brutto infortunio contro il Trapani. Sono storie di vita e campo che si intrecciano perchè a metà della stagione passata (sempre con la maglia delle Rondinelle) subisce la rottura del crociato anteriore del ginocchio destro. E con l’anno nuovo è arrivata la ricaduta. Insomma, Perin e Somma hanno carriere simili anche nella sfortuna.

Ogni tanto, i due ricevono gradite visite come il romanista Florenzi che sembra in visita a Villa Stuart per cortesia ai colleghi. Al centro davvero non ci si annoia mai.

Intanto Perin imita la Cagnotto, o almeno prova. Malamente. Proverà a qualificarsi a Tokyo2020? La strada sembra ancora lunga ed il progetto, al momento, fa acqua da tutte le parti. Un po’ come le onde provocate dal suo tuffo.

Edinet - Realizzazione Siti Internet