Che festa

Anche la statua del Savonarola…. tifa Spal!

Storica promozione in serie A per la Spal – che torna nella massima serie dopo 49 anni di assenza – ed esplode la grande festa nello spogliatoio della squadra ferrarese: delirio assoluto nello spogliatoio della formazione guidata da Leonardo Semplici verso il doppio salto dalla Lega Pro alla serie A in un solo anno, grande festa anche nella città emiliana dove diventa un grande tifoso spallino persino il Savonarola, nella sua celebre statua!

Anche il Savonarola tifa per la Spal

Un sabato di gloria per la Spal e per i suoi tifosi, e stavolta nessuno sembra rimpiangere – almeno ufficialmente – l’addio alla serie B ed in particolare alla splendida Diletta Leotta, madrina di Sky per il campionato cadetto recentemente salutata con grande soddisfazione dalle neopromosse Venezia, Foggia e Cremonese.

Spal in festa

I tifosi della Spal

Già, perché la Spal prende il volo e si prepara a sfidare le grandi del nostro calcio. “Eh tanto già lo so, che l’anno prossimo gioco all’Olimpico…” cantano i giocatori negli spogliatoi dello stadio Liberati di Terni dove – nonostante la sconfitta – è comunque arrivata la certezza della promozione in A per Antenucci e compagni, vista la contemporanea sconfitta del Frosinone a Benevento, che peraltro ha anche riaperto la corsa ai play off a 90′ dalla fine del torneo.

Esplode la gioia a Terni, tra i giocatori di Semplici, per una Spal che torna a riabbracciare la serie A praticamente dopo mezzo secolo e che adesso – prima di pensare alla nuova stagione e alla nuova montagna da scalare – ha tanta voglia di fare festa, solo tanta festa! Tutti da Terni a Ferrara, allora… per un sabato che passerà alla storia! I brindisi non mancano, l’entusiasmo è enorme: ora le cose si fanno difficili, perché di sicuro l’anno prossimo non sarà semplice affrontare le rivali per la salvezza nella massima serie…. ma intanto, bentornata Spal, in serie A, dopo 49 anni di attesa! E che festa sia!

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet