Febbre alta

Valentina Allegri a Barcellona: taxi per Cardiff?

Valentina Allegri prende tutti d’anticipo, compreso il padre Max: già, perché il primo rappresentante juventino a raggiungere Barcellona – in vista del retour match di mercoledì in Champions – è proprio la figlia dell’allenatore della Juventus, nella città catalana già nella giornata di Pasquetta!

Valentina Allegri in partenza per Barcellona

Il blitz era stato annunciato negli ultimi giorni, attraverso i social, dalla stessa Valentina, che per l’occasione – udite udite – si era anche comprato una valigia trolley nuova, tra un uovo di Pasqua e l’altro! Stavolta Valentina Allegri non è insieme al fidanzato Nicola, peraltro tifosissimo milanista, ma – in attesa della grande sfida – si gode un paio di giorni da turista insieme all’amico Francesco, tra Sagrada Familia, Museo delle Cere (sperando che non siano Cere, in campo, i giocatori della Juventus…), passeggiata sulle Ramblas ed anche affannosa ricerca di un taxi per tornare in albergo o spostarsi verso un ristorante. Senza dimenticare neppure il bliz allo zoo di Barcellona… con tanto di zebra, naturalmente juventina!

Valentina Allegri ed una zebra a Barcellona

Una Valentina Allegri più che mai tifosa della Juventus, che sa scaldarsi soprattutto in Champions, nelle gare che contano di più: stavolta viene meno la tradizione di seguire il match insieme agli amati nonni, che solo la scorsa settimana scorsa avevano cenato con lei, con qualche dolce benaugurante, il giorno prima di Juventus-Barcellona 3-0, trionfo firmato alla doppietta di Dybala e dal gol di Chiellini, seguito – non a caso – pochi giorni più tardi anche dal sontuoso rinnovo di contratto dello stesso Dybala con la Vecchia Signora.

Valentina Allegri a Barcellona

Valentina Allegri invece è giovane, carina e simpatica, ed approfitta dell’occasione per gustarsi un po’ Barcellona, aspettando la grande sfida, cercando anche di allontanare un po’ la tensione del pre gara: lei, del resto, è una “ragazza di Mondo”, che viaggia spesso e che – in questi anni – è diventata una tifosissima juventina. Lei stessa ha ammesso, dopo l’ultimo scudetto vinto dalla squadra del padre, di aver scoperto una tifoseria ed un ambiente che non conosceva, e di cui anzi un po’ diffidava in passato. Sperando che la notte del “Camp Nou” – alla faccia dei tassisti non sempre cortesi con Valentina – possa essere un taxi per la semifinale di Champions, per la Juventus!

Edinet - Realizzazione Siti Internet